Setar

Setar; Strumento Musicale Persiano

Strumento cordofono a plettro a suono determinato, appartiene alla famiglia del tanbur e nella sua fabbricazione viene utilizzato il legno per il corpo, il metallo per le corde e l’osso per le decorazioni. Esso è costituito dalla cassa armonica, dal piano sopra la cassa (con dei buchi per far uscire il suono), dal ponticello, dal manico, dalla punta, dai piroli, dal capotasto, dai tasti, dal simgir (punto di legatura delle corde) e da quattro corde di metallo con spessore diverso.

Il setar ha due parti, la cassa e il manico. Il ponticello si trova sulla superficie e il simgir  nella parte terminale della cassa in modo che se lo strumento è per terra in piedi, il simgir è a contatto con il suolo.

Nella parte terminale del manico si trova la punta dove stanno i piroli o gli strumenti per regolare l’accordatura. Il setar ha 28 fregi mobili fatti con le interiora degli animali o con la seta. Il suo suono è delicato e la sua estensione fonica raggiunge quasi le 3 ottave.

L’utilizzo del setar è molto diffuso nel repertorio musicale iraniano sebbene venga impiegato per lo più come strumento solista.

Condividere
Uncategorized