Come COVID19 ha cambiato la nostra vita ”, con Danial Kheirkhah.

Opere teatrali su impatto e cambiamenti imposti da Covid-19.

Otto e mezzo Theatre Clips: How the pandemic changed our lives è il titolo del nuovo progetto sperimentale di video-teatro prodotto dall’Ambasciata d’Italia a Teheran in collaborazione con la compagnia teatrale italiana Instabili Vaganti, e con la partecipazione del regista iraniano Ali Shams e del noto performer Danial Kheirikhan. Lo riferisce il sito internet della Farnesina. L’iniziativa si propone di raccontare – con otto video-performance che verranno trasmesse, da agosto a dicembre, sui canali sociali dell’Ambasciata italiana a Teheran (Twitter, Instagram e YouTube) – l’impatto e i cambiamenti imposti dalla pandemia da Covid-19 sulle abitudini quotidiane, sui rapporti interpersonali, sulle emozioni e sui sogni di ognuno, attraverso l’uso del linguaggio evocativo del teatro fatto di parole e fisicità. L’ambasciatore a Teheran Giuseppe Perrone ha evidenziato come il progetto, al di là del messaggio artistico e degli stimoli a riflessioni personali e sociali veicolate dalle video-performance, persegue l’obiettivo di superare le distanze fisiche e geografiche erette dalla pandemia per continuare a stimolare e rafforzare contatti e contaminazioni culturali, artistiche ed espressive tra artisti italiani e iraniani e tra il pubblico dei due paesi. “Gli artisti italiani e iraniani che abbiamo ingaggiato realizzeranno gli episodi che compongono la serie” – ha aggiunto l’ambasciatore Perrone – “lavorando insieme, sebbene a distanza, dalla fase di ideazione creativa, alla scrittura dei soggetti, fino alla concreta realizzazione e registrazione delle video-performance. Ed è questo il grande valore aggiunto dell‘iniziativa”. Il primo episodio della serie verrà trasmesso sui canali social dell’ambasciata il 5 agosto e presentato, in contemporanea, in un evento di lancio ufficiale nella residenza dell’ambasciatore d’Italia, in un rigoroso rispetto delle regole di distanziamento sociale.

Fonte: agenzianova

Condividere