Giornata nazionale in memoria dell’assassinio di Amir Kabir

Commemorazione  anniversario dell’assassinio del Amir Kabir.

Amir Kabir,un nome conosciuto a tutti gli iraniani come un eroe che ha serito il proprio paese cone le riforme riportate nell’amministrazione del paese.

Mirzā Mohammad Taghikhān Farāhāni, nato nel 1807 a Hazāveh, Arāk, noto come Amir Kabir, è stato uno dei primi ministri dell’Iran all’epoca di Nāser al-Din Shāh Qājār.

Amir Kabir, stella senza eguali della storia dell’Iran, spirito riformatore con la passione profonda per l’indipendenza, la libertà e l’autorità della nazione musulmana iraniana, riformista talmente assetato di rinnovamento, politico amante dell’indipendenza e governante così ben disposto verso il paese, è una figura senza pari e rara, non solo nella storia di duemila e qualche centinaio di anni dell’Iran, ma anche in quella mondiale.

Le sue riforme interne tese a esaltare la cultura, all’assestamento economico e alla rigenerazione della politica del paese, i suoi passi nella direzione della vivificazione della religione e l’ampliamento della giustizia al livello dell’intera società, le sue lotte per ridurre l’infiltrazione degli stranieri e dei colonizzatori e la conservazione dell’indipendenza e di tutte le terre del paese, l’eliminazione della povertà che fu attuata nel corso di poco più di tre anni del suo incarico come primo ministro, tutte queste azioni sono degne di ammirazione. Amir Kabir intraprese molte iniziative nel breve periodo della sua carica di primo ministro, tra cui: la fondazione di Dār-ol-fonun, la pubblicazione di testi di scienze nuove,  la promozione di nuove industrie, l’invio di iraniani all’estero per studiare e insegnare in Iran, la promozione della traduzione e la pubblicazione di volumi scientifici nuovi, la creazione di un giornale e la pubblicazione di libri, la lotta contro la corruzione (che come un’epidemia era penetrata in tutti gli aspetti della vita dell’Iran), il rafforzamento della capacità economica del paese, l’estrazione delle miniere, l’estensione dell’agricoltura e dell’irrigazione, lo sviluppo del commercio interno e estero, la riduzione dell’influenza straniera negli affari del paese, la definizione di una linea politica specifica nella politica estera, la riforma degli affari finanziari e l’assestamento del budget, il rafforzamento della sicurezza e della stabilità del paese, la riorganizzazione dell’esercito, la creazione di fabbriche di costruzione di armi, la riforma dell’ordine giudiziario, l’istituzione del corriere, dell’ospedale e così via.

Oggi in Iran ci sono numerosi luoghi e istituzioni universitarie intitolate al suo nome. I provvedimenti rivoluzionari e nazionali di Amir Kabir, l’eroe della lotta contro il colonialismo, fecero sì che i cortigiani corrotti lo mettessero in cattiva luce fino ad ottenere l’ordine da Nāser al-Din Shāh della sua deposizione e uccisione. Amir Kabir venne assassinato nel giardino di Fin Kāshān il 9 Gennaio 1852. Il suo mausoleo si trova nella città di Kerbalā, in Iraq.

Amir Kabir (1807-1852)

Condividere
  • 31
    Shares