Tempio Indù

Il tempio Indù si trova nel centro della città di Bandar Abbas (regione Hormozgan) ed è stato ideato e costruito nel 1888 da un gruppo di commercianti indiani residenti in questa città.

La pianta dell’edificio dell’antico tempio indù, conosciuto anche con il nome di Beth Goran, risente dell’architettura dei luoghi di culto indiani e delle credenze degli adoratori degli dei Vishnu e Shiva dell’India settentrionale; ciò è visibile nel mihrab (nicchia) e nelle decorazioni.

I materiali impiegati nella costruzione sono i seguenti: pietrisco, malta di fango e cemento, rocce coralline, terra e gesso. Questo tempio, che in passato aveva un cortile più ampio, ha una facciata esterna di forma circolare di colore bianco, scanalature e alti pinnacoli.

L’edificio è una stanza quadrangolare con una cupola lavorata a muqarnas che si distingue dalle altre cupole di edifici storici dell’Iran. Il tempio ha 72 torrette adornate con il fiore di loto (ninfea) e al centro si nota un alto perno ad indicare l’asse terrestre e il cielo.

A nord dell’edificio si trova il pulpito e la sala del tempio e intorno sono stati costruiti quattro corridoi per la circumambulazione dei pellegrini e attraverso uno di questi passaggi delle scale a chiocciola conducono al tetto.

All’interno dei corridoi sono state ricavate delle piccole nicchie per  far riposare le persone. I dipinti dell’edificio sono a soggetto religioso come il dio Khrishna mentre suona il flauto. In un angolo della cupola si nota una grande sala della comunità con vari affreschi ed ognuno di questi testimonia la filosofia tipica delle molteplici credenze del popolo indiano.

Gli indiani residenti facendo ritorno al proprio paese hanno riportato in India tutte le statue presenti nel santuario.

Questo tempio è una testimonianza importante dell’interazione culturale e artistica tra l’Iran e l’India.

Condividere
Uncategorized