Giardino Shazdeh Mahan

Il giardino Shāzdeh Māhān

Il giardino Shāzdeh Māhān (giardino del Principe Māhān), considerato uno dei più bei giardini tradizionali dell’Iran, con  una superficie di quasi 3/5 ettari si trova a circa 3 km dalla città di Māhān (regione Kermān) nel cuore del deserto e nell’antico tragitto della via della Seta.

Questo giardino fu realizzato nell’anno 1850, ricostruito nel decennio 1890 e risale alla fine dell’epoca qajara.

Nella costruzione del complesso del giardino Shāzdeh Māhān si è utilizzato il mattone, la pietra, l’ intonaco insieme ad un misto di argilla e fango e lo stucco e in esso è stata impiegata anche l’arte della lavorazione a piastrelle. Questo giardino ha due complessi, orientale e occidentale.

Parti diverse del giardino Shāzdeh

1-Portale d’ingresso e portico della casa nella parte bassa del giardino; edificio a due piani con arco incompiuto lavorato a maioliche che aveva sia la funzione di ingresso sia quella di residenza e luogo dove osservare il panorama. Oltre a questo ingresso ci sono anche altri modi per accedere al giardino.

2-l’edificio al piano superiore e il giardino appartato che si trova nella parte più alta del complesso; questo palazzo shāhneshin o parte superiore o palazzo principale veniva utilizzato come residenza permanente o stagionale del proprietario e di fronte ad esso si trova una grande vasca con cinque fontane la cui acqua si getta in un bacino di pietra e prosegue il suo corso sotto forma di dieci ruscelli simili a cascatelle. 

Anche il giardino appartato si trova in un’area dietro a questo edificio ed era un ambiente più intimo e separato per coloro che vi risiedevano da quello principale del giardino.

3-l’hammam che si trova nella parte superiore del giardino e comprende alcuni ambienti l’uno dentro l’altro di dimensioni diverse e con decorazioni architettoniche come la cupola e la volta all’interno.

4-la casa del guardiano e la torre di vigilanza che era il luogo di residenza permanente del protettore principale del giardino.

Oggi questo è ricoperto da alberi sempre verdi e che frenano il vento, alberi ombreggianti, piante ornamentali e alberi da frutta e oltre ad un monumento storico viene considerato un piacevole parco divertimenti. Lo scorrere dell’acqua in mezzo al giardino che viene alimentato da canali, le vasche, le fontane, i fiori e l’odore che si sparge nell’ambiente, riporta alla mente le descrizioni delle mille e una notte. Questo complesso che è stato inserito nell’elenco dei beni mondiali dell’Unesco, ha un hotel e un ristorante.

Condividere
Uncategorized