Un Ramadan di solidarietà e protezioe – Orario della pregiera

Inizia Ramadan: un augurio di pace a tutti gli amici musulmani.

Cari Fratelli e Sorelle

Siamo giunti alla ricorrenza per eccellenza della nostra religione: il Ramadan. Ma, quest’anno, il destino ha voluto che, sia i cristiani che i musulmani vivano la Pasqua e il mese di digiuno del Ramadan segnati da un velo di incertezza e da un vento che ha soffiato via tutte le costanti abitudini e l’abbandono ai momento di socialità con la preghiera condivisa, al tempo da passare insieme in famiglia e con gli amici, perché ciascuno è stato invitato star nella propria casa.

Anche in questa occasione, cristiani e musulmani si son riconosciuti più fratelli che mai, accomunati dalla sensibilità di questi tempi, hanno visto le loro festività come momento di sentirci più vicini, anche se siamo distanziati; possiamo essere vicini con le nostre preghiere e invocazioni.
Sfruttiamo questa “reclusione” per aprire i nostri cuori e le nostre menti per riuscire a vivere il tempo dell’isolamento, come spazio per ritrovare il segno della presenza di Dio dentro di noi e con il Suo aiuto, far risplendere fuori di noi la luce della speranza .

Cogliamo l’occasione per poter esprimere il nostro più sentito cordoglio a chi vive il dolore della perdita e della malattia e porgere i nostri ringraziamenti  agli operatori impegnati nella cura e nel contenimento della pandemia.

Allah farà seguire il benessere al disagio.” [Corano Sura 65 versetto 7]

“Infine, chiediamo a Dio, che sia esaltato, di sollevare questa tribolazione e risolvere questa crisi, e di avere pietà di tutti sulla terra. Possa Dio darci la forza di essere pazienti e riconoscenti e di mostrare compassione l’un l’altro e cooperare per diffondere bontà e pietà”.

 

VEDI ANCHE

 

Ramadan

 

Condividere