Isola di Gheshm

Isola di Gheshm

L'isola di Gheshm

Qeshm con una supeficie di 1.491 km²‎‎ è un'isola montuosa, situata nello Stretto di Hormuz di fronte alla costa meridionale dell'Iran ed a est del Golfo Persico.

L’isola è lunga 120 chilometri e la sua larghezza varia tra i 10 e 35 chilometri. La zona più elevata dell’isola è a 1302 metri sopra il livello del mare.

Il clima dell’isola è caldo ma soprattutto molto umido. La flora dell’isola è caratterizzata da alberi come il loto, l’acacia, prosopis e altre piante tipiche delle zone desertiche. La pianta più importante dell’isola però è quella che ha formato le foreste di Hara e che è una pianta dalle foglie ampie ovvero l’Avicennia marina che è una mangrovia della famiglia delle Verbenaceae; questa pianta è stata nominata in maniera tale in onore del grande scienziato iraniano Avicenna.

Qessm; l'isola più grande del Golfo Persico, è un porto franco e ha 148.993 abbitanti(2016). Documenti parlano di quest'isola, seppur brevemente, sin dall'era degli Achemenidi. Per molti secoli essa fu un importante centro commerciale tra continenti e subcontinenti. I resti dei palazzi e delle dighe ritrovati dimostrano che l’isola era un fiorente centro in era Sasanide e cioè prima dell’arrivo dell’Islam in Iran. Negli ultimi secoli la ricostruzione e la modernizzazione dell’isola è stata avviata soprattutto dopo che i portoghesi sono stati cacciati da essa. L’isola è stata occupata per un periodo anche dalle truppe britanniche. L’isola di Qeshm è vicina allo Stretto di Hormuz, che con i suoi 55 km di larghezza è uno dei più importanti e strategici passaggi marittimi del mondo.

Isola di Gheshm