Le usanze e costumi

Considerando che l’Iran rientra nel gruppo delle antiche civiltà, la maggior parte delle tradizioni e dei costumi della sua popolazione sono noti agli altri popoli. La convivenza in questo paese di molte etnie, ha senza dubbio come risultato una grande varietà di riti e di tradizioni le cui origini si estendono alle credenze popolari, alle condizioni climatiche e qualcuna anche alle credenze religiose e persino familiari della gente di ogni parte dell’Iran. Etnie come i curdi, i baluchi, coloro che parlano il farsi, gli arabi, i turchi, i turkmeni, i lor, i gilaki, i qashghai ecc.. ognuna con usi e costumi apprezzati e degni di menzione, tutte quante hanno concorso alla ricchezza della cultura nazionale. Nel corso di millenni di storia di questo paese, sono esistiti usi e costumi di cui oggi non siamo più testimoni, usanze e rituali legati alle credenze religiose come il mese di Moharram 1 e il giorno di Âshura (2), il mese del Ramadan(3) , Eid-e Fetr(4), il mese di Rajab(5) , Nimeh Sha’bân (6) , Eid-e Ghorbân (7) , Eid-e Ghadir (8) ecc..feste presenti nel calendario lunare islamico. Qui abbiamo cercato di descrivere gli usi e costumi presenti ancora oggi nella società iraniana. 1- Primo mese del calendario lunare musulmano, mese sciita del lutto. 2- Decimo giorno del mese di Moharram, in cui si commemora il martirio dell’Imam Hossein (terzo Imam degli Sciiti e nipote del Profeta Mohammad). 3- Nono mese del calendario lunare islamico, osservato dai musulmani di tutto il mondo come mese del digiuno per commemorare la prima rivelazione del Corano al Profeta Mohammad. 4- Festa che segna l’interruzione del digiuno del Ramadan, cade il primo giorno del mese arabo Shawwal. 5- Settimo mese del calendario lunare islamico. 6- Celebrazioni in onore del dodicesimo e ultimo Imam degli Sciiti. 7- “Festa del sacrificio” è la celebrazione di quella che fu, per il monoteismo, la prova più importante superata da Abramo, quella del sacrificio. E’ la seconda festa islamica che cade nel decimo giorno del mese di Dhul-Hijjah (il dodicesimo mese del calendario lunare islamico). 8- Gli Sciiti celebrano la ricorrenza in cui il Profeta scelse Alì come suo successore.

Chahârshanbe Sûrî

Chahârshanbe Sûrî Lo Chahârshanbe Sûrî è una delle feste altrettanto cara alla popolazione iraniana, che si celebra la sera prima dell’ultimo mercoledi dell’anno e rievoca le antiche cerimonie del culto mazdaico del fuoco. Quando scende la sera, si accendono i falò e tutti, in special modo i giovani, spiccano salti superando d’un balzo le fiamme, e cantando: “Zardie man az to, Sorkhie to az man” (“Il mio giallo a te, ...
Leggi di più

Il rito del donare il cibo in beneficenza

Il rito del donare il cibo in beneficenza
Il rito del donare il cibo in beneficenza L’usanza di fare un voto è uno dei riti religiosi al quale si allude in tutte le religioni e noto a tutti i popoli del mondo. Nella società iraniana le persone fanno diversi voti per ottenere ciò a cui aspirano. L'usanza di fare voti è una tradizione antica e apprezzata tra i musulmani, in particolare tra gli Sciiti di tutto il mondo ...
Leggi di più

La festa della madre (donna) e del padre (uomo)

La festa della madre (donna) e del padre (uomo)
La festa della madre (donna) e del padre (uomo) Come in tutto il mondo, anche in Iran il giorno dedicato alla madre e al padre, nel ricordo e in onore di ciascuno di essi, viene celebrata dai figli che fanno visita ai genitori portando loro dolci e regali. In Iran la festa della madre (festa della donna) non ha una data precisa sul calendario dell’Egira solare ma ufficialmente nella cultura ...
Leggi di più

Sizdah Bedar

Sizdah Bedar
Sizdah Bedar l’usanza del Sizdeh-bedar, cioè ad organizzare gite di famiglia nel verde, in un'atmosfera spensierata e gioiosa, tra canti e balli per esorcizzare le forze del male. In Iran, il 13° giorno dopo il Capodanno persiano, il Nowruz, si celebra la Sizdah Bedar. Ogni anno, nella giornata che cade il 1° aprile (negli anni bisestili slitta al 2), gli iraniani usano questo giorno per stare all’aperto e per concludere ...
Leggi di più

Usanze e credenze legate alla figura dell’ospite e dell’ospitalità

Usanze e credenze legate alla figura dell’ospite e dell’ospitalità
Usanze e credenze legate alla figura dell’ospite e dell’ospitalità nella cultura popolare L’oapitalità era ed è una delle caratteristiche che contraddistingue gli iraniani. Essi hanno nella loro cultura molti usi legati all’ospite e a come accoglierlo. Questa usanza ha una lunga tradizione. L’esistenza di parole come “mehmânkhâne” (lett. casa dell'ospite”) e “mehmânsarâ” si fondano sul fatto che nella cultura iraniana l’ospite riveste un ruolo particolare. In ogni casa spesso c’è ...
Leggi di più

Usi e costumi prima di intraprendere un viaggio

Usi e costumi prima di intraprendere un viaggio
Usi e costumi prima di intraprendere un viaggio Per rimanere immune dai possibili pericoli, il viaggiatore prima del viaggio fa una piccola offerta di beneficenza, viene recitato Āyat al-Kursī: il “versetto del Trono”, passa sotto al Corano, si prega per lui e i suoi accompagnatori gettano dell’acqua per terra dietro di lui affinchè parta sano e torni dal viaggio. Questa usanza risale a tempi remoti e tutt’oggi sussiste in occasione ...
Leggi di più