Franco Zampetti

FOTOGRAFIA ZENITALE IN IRAN – 2019

di Franco Zampetti

Diario viaggio Iran_Franco ZampettiMi interesso di fotografia zenitale di soggetti architettonici da molti anni, parallelamente all’attività di architetto che esercito fin dal 1980 a Firenze, città dove ho scelto di vivere per amore dell’arte e dell’architettura del passato.

L’idea e la contemporanea speranza di un viaggio in Iran sono nate quando ho verificato i primi risultati della fotocamera per foto zenitali che ho realizzato dodici anni orsono; infatti la tecnica zenitale consente di sintetizzare da un unico punto di ripresa centrale sia la visione planimetrica che quella prospettica dello spazio.

Si tratta di un apparecchio unico nel suo genere che permette di produrre fotografie prive di distorsioni geometriche e con visione complessiva più ampia di quanto si potrebbe osservare ad occhio nudo; il formato circolare su base quadrata è una sua caratteristica originale; tutte le foto a corredo di queste brevi note di viaggio sono state realizzate con questa fotocamera.

Conoscevo sommariamente i più importanti e prestigiosi esempi dell’architettura persiana e il desiderio di poterli riprendere mediante la visione zenitale è cresciuto negli anni fino a che, in virtù di una serie di conoscenze e di circostanze, non ho deciso di organizzare un viaggio appositamente per tale scopo.

Non avendo avuto opportunità di visitare l’Iran in precedenza, ho iniziato a informarmi sulle modalità accesso, sulla logistica necessaria per viaggiare e alloggiare, sulle condizioni economiche generali e di dettaglio, sul clima, sulle lingue utilizzabili, sull’accessibilità ai servizi web e via dicendo.

Poi ho stilato un elenco dei luoghi da fotografare ed assunto informazioni per la loro accessibilità e le eventuali condizioni particolari da rispettare; successivamente ho individuato il periodo migliore quanto a clima, temperatura e logistica nella seconda metà di aprile 2019.

In sostanza ho “progettato” al meglio un viaggio in totale autonomia, scartando fin da subito l’ipotesi di un viaggio di gruppo organizzato da un’agenzia, date le specifiche esigenze dello scopo fotografico che mi ero prefissato e che facendo  parte di un gruppo di turisti non avrei potuto soddisfare.

Questo è stato possibile soltanto grazie ad amici e colleghi architetti iraniani, con il supporto dei quali è stato facile pianificare e realizzare al meglio quanto avevo in mente.

Ho visitato Tehran, tappa obbligata di arrivo e di rientro in Italia, poi Qazvin per due giorni, Soltaniyeh e di sfuggita Zanjan, Esfahan per tre giorni, poi un giorno a Yazd (troppo poco!), infine Shiraz per quasi tre giorni con anche una visita a Persepolis e dintorni.

Nel totale degli 11 giorni in Iran ho visitato e fotografato alcune moschee in attività, varie moschee adibite a museo, una cattedrale cristiana armena, vari palazzi, numerosi bazar, alcuni ex caravanserragli, due hammam e varie altre architetture storiche; in totale ho realizzato 40 foto zenitali, di cui le più significative sono qui allegate e complessivamente sono tutte visibili nel mio sito al seguente link: https://www.francozampetti.it/it/locations/in-Iran.

L’esperienza di questo viaggio in Iran è stata indubbiamente appagante e di grande soddisfazione, oltre alle splendide architetture sono rimasto colpito dalla cordialità degli iraniani, sempre disponibili a dare volentieri informazioni e a curiosare attorno alla mia particolare attrezzatura fotografica e alle foto zenitali che spesso mostravo loro nel mio tablet; ho apprezzato molto la comodità dei viaggi in bus-vip, anche per lunghissimi tragitti notturni, l’accoglienza cordiale degli albergatori e, non ultima, una cucina ricca di particolarità e caratterizzata da sapori esotici e genuini.

Sono rientrato in Italia con il fermo proposito di fare in futuro, spero prossimo, un altro viaggio in Iran, terra di cultura millenaria le cui stratificazioni sono spesso ancora ben visibili e di grande fascino.

 

Per prepararmi al nuovo viaggio ho iniziato ad approfondire lo studio della complessa storia della Persia fin dalle sue origini, mi sono reso conto infatti che è un supporto essenziale per poter godere appieno di un paese variegato e culturalmente ricchissimo come l’Iran.

 

Franco Zampetti www.francozampetti.it

Condividere
  • 200
    Shares
Uncategorized