La Costituzione della Repubblica Islamica dell’Iran

Approvata nel 1980 – Revisionata nel 1989

PARTE OTTAVA – La Guida o il Consiglio della Guida

Articolo 107

Dopo il Grande Ayatollah Imam Khomeyni, fonte di imitazione nel campo della giurisprudenza  islamica (Marja Taqlid), Guida Suprema della Rivoluzione mondiale Islamica e Fondatore della Repubblica Islamica dell’Iran, eletto come Marja e Guida Suprema da parte della stragrande maggioranza della popolazione, la scelta della Guida Suprema è affidata al Consiglio degli Esperti, i cui Membri vengono eletti dal popolo. Il Consiglio degli Esperti avvierà le opportune indagini e consultazioni per verificare la competenza di tutti i giuristi islamici32 che abbiano i requisiti fissati dall’Art. 5 e 109 della presente Costituzione. Se riconoscerà uno dei candidati superiore agli altri in uno dei campi della giurisprudenza islamica o della politica, oppure superiore dal punto di vista della popolarità o qualsisasi altra capacità menzionata nell’Art. 109, ne decreterà la nomina a Guida. In alternativa, sceglierà uno dei candidati e gli decreterà la nomina a Guida. La Guida Suprema scelta dal Consiglio degli Esperti33 assume la responsabilità della Wilayat-il-Amr e tutte le responsabilità associate a questo ruolo.La Guida Suprema è uguale a tutti davanti alla legge.

Articolo 108

La legge che stabilisce il numero e le qualifiche dei Membri del Consiglio degli Esperti, le modalità per la loro elezione, i regolamenti delle sedute del loro Consiglio, limitatamente al primo periodo di attività, sarà elaborata e approvata dalla maggioranza dei giuristi islamici membri del primo Consiglio dei Guardiani, e ratificata dalla Guida. Per i periodi di attività successivi al primo, ogni cambiamento o revisione di tale legge sarà di competenza del Consiglio degli Esperti34.

Articolo 109

I requisiti e le qualifiche della Guida Suprema sono i seguenti:  a) competenza scientifica per emettere sentenze di diritto religioso (fatwa) in qualsiasi questione di giurisprudenza islamica;            b) essere giusto e timorato di Dio per guidare la Comunità Islamica; c) perspicacia in campo politico e sociale, coraggio, ed opportune capacità amministrative.Nel caso di presenza di più candidati aventi i necessari requisiti, la priorità và al candidato con la maggiore perspicacia politica e giuridica. 

Articolo 110

Le prerogative ed i doveri della Guida Suprema sono i seguenti35: 1) determinare le politiche generali della Repubblica Islamica dell’Iran dopo aver consultato il Consiglio per il Discernimento dell’Interesse Superiore dello Stato;            2) supervisionare la corretta esecuzione delle politiche generali dello Stato;            3) indire i Referendum;            4) Comandante supremo delle Forze Armate;            5) dichiarazione dello stato di guerra e di pace, e mobilitazione delle Forze Armate;            6) nomina, destituzione ed accettazione delle dimissioni delle seguenti cariche:           a) Giuristi islamici membri del Consiglio dei Guardiani           b) Suprema autorità giudiziaria           c) Presidente della Radio-Televisione della Repubblica Islamica dell’Iran           d) Capo di Stato Maggiore della Difesa           e) Comandante generale delle Guardie della Rivoluzione Islamica           f) Comandante generale del Corpo delle forze armate e delle forze dell’ordine
            7)  risoluzione delle questioni rilevanti e controverse e coordinamento tra i poteri Legislativo, Esecutivo e Giudiziario;            8) risoluzione delle questioni rilevanti e controverse dello Stato tramite il Consiglio per il Discernimento dell’Interesse Superiore dello Stato nel caso in cui non sia possibile risolverle con le soluzioni già previste; 9) firma del decreto formalizzante l’avvenuta elezione del Presidente della Repubblica da parte del popolo. Le condizioni di eleggibilità dei candidati alla Presidenza della Repubblica, in conformità alla Costituzione, saranno confermate dal Consiglio dei Guardiani prima delle elezioni stesse; per il primo periodo della Presidenza furono confermate dalla Guida Suprema; 10) destituzione del Presidente della Repubblica, in considerazione degli interessi nazionali, dopo che la Corte Suprema lo abbia con propria sentenza dichiarato colpevole di violazione dei suoi doveri costituzionali, o dopo che l’Assemblea Islamica abbia votato una dichiarazione di sua incompetenza politica in conformità all’Art. 89; 11) concessione della grazia o del condono delle pene, secondo i criteri islamici, su proposta del Presidente  dell’Organo Giudiziario.La Guida Suprema può delegare alcuni dei suoi poteri e delle sue cariche ad altre persone.

Articolo 111

Nel caso in cui si dimostri che la Guida Suprema è inabile ad adempiere ai suoi doveri costituzionali o non risponde più ad uno dei requisiti stabiliti nell’Art. 5 e 109, oppure emerge che sin dall’inizio era privo di alcuni dei requisiti necessari, verrà destituito dall’incarico. Il compito di verificare e decretare tale incompetenza è responsabilità dei Membri del Consiglio degli Esperti menzionati nell’Art. 108. In caso di decesso, destituzione o dimissioni della Guida, gli Esperti hanno il dovere di nominare e presentare la nuova Guida Suprema il prima possibile. In attesa della nomina, un Consiglio composto dal Presidente della Repubblica, dal Presidente  dell’Organo Giudiziario e uno dei giuristi del Consiglio dei Guardiani eletto dal Consiglio per il Discernimento dell’Interesse Superiore dello Stato, assumono in modo provvisorio tutti i doveri della Guida Suprema, e nel caso in cui uno dei essi dimostri inabilità ad adempiere al suo dovere verrà sostituito da un’altra persona eletta dal Consiglio per il Discernimento dell’Interesse Superiore dello Stato, con il consenso della maggioranza dei giuristi islamici membri del Consiglio dei Guardiani.Il consiglio provvisorio, riguardo ai doveri conferiti dal comma 1, 3, 5 e 10 e i punti “d”, “e” e “f” del comma 6 dell’Art. 110, agisce solo dopo il consenso dei tre quarti dei Membri del Consiglio per il Discernimento dell’Interesse Superiore dello Stato.Nel caso di inabilità temporanea della Guida Suprema ad adempiere ai suoi doveri a causa di malattia o altro, il consiglio provvisorio menzionato nel presente articolo assumerà le responsabilità e i doveri della Guida.

Articolo 112

E’ convocato il Consiglio per il Discernimento dell’Interesse Superiore dello Stato su ordine della Guida Suprema nel caso in cui il Consiglio dei Guardiani accerti l’illegittimità delle approvazioni dell’Assemblea Islamica in quanto non conformi alla Legge Islamica o alla Costituzione, mentre l’Assemblea Islamica in conformità all’interesse dello Stato rifiuta il parere del Consiglio dei Guardiani. E’ inoltre convocato per consultare gli affari che gli vengono presentati dalla Guida Suprema e per compiere tutti i doveri conferitigli dalla presente legge.Tutti i Membri del Consiglio per il Discernimento dell’Interesse Superiore dello Stato, permanenti e non, vengono eletti da parte della Guida Suprema.I regolamenti riguardanti il Consiglio per il Discernimento dell’Interesse Superiore dello Stato saranno determinati dal Consiglio stesso e approvati dalla Guida Suprema. 


Condividere
Uncategorized