Le sale del cinema ospitano il film iraniano dal 2 settembre

Le sale del cinema ospitano il film iraniano dal 2 settembre

Figli del Sole nelle sale cinematografiche Italiane.

Il nuovo lavoro dell’iraniano Majid Majidi presentato alla rassegna cinematografica di Venezia dopo un passaggio alla cerimonia degli Oscar, è appena uscito nelle sale italiane e presenta il mondo dei bambini dimenticati.

Il cinema iraniano, ormai da alcuni lustri, calca con grande successo di critica e pubblico la scena internazionale. Non fa eccezione la nuova opera di Majid Majidi, da sempre e sempre piu orientato nell’esplorazione intima quanto dolorosa del mondo dell’infanzia e dell’adolescenza violata, abbandonata, maltrattata. In Figli del Sole lo fa attraverso la storia del giovane e intenso Ali e della sua piccola combriccola di amici, che si trasformano in personaggi degni del più accorato romanzo di formazione.

Il capovolgimento narrativo della trama, fin troppo semplificata, ma incommensurabilmente neorealista nella sua conduzione cinematografica, si mostra agli spettatori come metafora della redenzione: l’espediente viene fornito da un capo criminale locale che impone al ragazzo di recuperare un tesoro. Ben poco definito e definibile, nascosto, per fortuita coincidenza, il sedicente tesoro si cela nei profondi anfratti di una scuola per giovani ragazzi disagiati.

La conditio sine qua non per recuperarlo e tanto scontata quanto paradossale; Ali e i suoi giovani amici devono passare per la scuola, ma dalla porta principale. Devono iscriversi, frequentarla, studiarne i meandri per capire come accedere piu rapidamente e efficacemente a questo ignoto tesoro. La coriacea ricerca del giovane ragazzo diventa dunque un’affannosa e instancabile caleidoscopia della ribellione e dell’affrancamento.

 

VEDI ANCHE

Cinema

 

Condividere