EBRAISMO

La comunità ebraica in Iran ha origini antichissime, risalenti alla prima diaspora ebraica, nell’VIII secolo a.C. Nei suoi 2.700 anni di storia, la comunità ebraica iraniana ha conosciuto periodi di grande splendore, come durante l’epoca sasanide. Dopo la conquista islamica, gli ebrei continuarono per molti secoli ad essere una comunità numericamente importante. In questo periodo, e fino ancora al XIX secolo, si segnala inoltre lo sviluppo di una letteratura giudaico-persiana, scritta in caratteri ebraici e modellata, nelle forme, sui classici della poesia persiana medievale. La Costituzione dell'Iran dice che gli ebrei sono uguali ai musulmani e hanno diritto all'auto-amministrazione. I riti di sepoltura ebraica e le leggi sul divorzio sono accettati dai tribunali islamici. Gli ebrei sono arruolati nell'esercito come tutti gli altri cittadini iraniani. Molti ebrei iraniani hanno combattuto durante la guerra Iran-Iraq (1980-1988) come soldati. Circa 15 di loro sono stati uccisi. La comunità ebraica in Iran è riconosciuta ufficialmente come gruppo di minoranza religiosa da parte del governo, ed a loro è assegnato un seggio nel Parlamento iraniano. Nel 2000 erano circa 30.000-35.000 gli ebrei in Iran, adesso ve ne sarebbero all'incirca 25.000, che vivono soprattutto nella capitale, Teheran, e in grandi città come Isfahan e Shiraz, ma anche in alcune più piccole come Hamedan, Yazd e Sanandaj, dove sono presenti sinagoghe per le comunità locali. Sempre ad Hamedan si trova la tomba dei biblici Ester e Mordecai, il luogo di pellegrinaggio più importante per gli ebrei iraniani, aperto anche ai turisti. La comunità ebraica in Iran è la seconda comunità ebraica più grande in Medio Oriente. Teheran ha 11 sinagoghe, molte delle quali con annesse scuole ebraiche. Gli ebrei dispongono di due ristoranti kosher, una casa di riposo e un cimitero. C'è inoltre una biblioteca ebraica con circa 20.000 libri. Ci sono studiosi ebrei che effettuano ricerche sull'ebraismo a Teheran nella Biblioteca Centrale dell'Associazione ebraica. Gli ebrei iraniani hanno un loro quotidiano (chiamato Ofogh-e- Bina). L'Ospedale ebraico "Dr. Sapir" è il più grande ospedale dell'Iran. L'Iran ha uno dei soli quattro ospedali ebraici nel mondo. Gli ebrei in Iran sono noti per alcune professioni, come la fabbricazione di gioielli d'oro e d'antiquariato, tessuti e tappeti.

Condividere
  • 5
    Shares
Uncategorized