Antico cimitero dell’isola di Khark

Antico cimitero dell’isola di Khark

L’antico cimitero di Khark situato nell’omonima isola (regione Bushehr) si può far risalire alla fine dell’epoca sasanide ed attribuire agli zoroastriani. In questo cimitero, che è situato in una parte dell’area montuosa dell’isola corallina, ci sono molti sepolcri che data la poca profondità e la superficie circolare di alcuni, sembrano appartenere ai seguaci del credo zoroastriano.

Su alcune tombe che hanno ingressi corti, c’è la figura della croce a dimostrazione del fatto che anche i cristiani seppellivano qui i loro morti. Nelle tombe degli uomini non è stato ritrovato niente, mentre in quelle delle donne sono stati rinvenuti piccoli vetri-probabilmente porta profumi-e anche gioielli di poco valore come anelli e specchi di bronzo.

Ancora alcune tombe non sono state esaminate ma le rimanenti durante la continua occupazione dell’isola nel corso di lunghi anni, sono state nuovamente utilizzate o scavate. Tutte le tombe sono state ricavate dalla pietra e sopra di esse erano collocate lapidi di gesso di grande spessore.

Dalla varietà e dal numero dei templi esistenti nell’isola, si può ipotizzare che fin dai tempi antichi, persino prima di Cristo, in questa isola vivevano varie etnie e popoli come i persiani, i greci, i palmiri e gli arabi.

Un tempio del fuoco, un tempio greco, una sinagoga, una chiesa nestoriana, un’antica moschea e un antico cimitero a est dell’isola sono tra i resti di luoghi sacri degli abitanti dell’isola di Khārk. Le analisi dimostrano che qui esistevano, in forme diverse, quattro religioni tra quelle più importanti al mondo. 

L’antico cimitero di Khārk, data l’antichità e il tipo di costruzione, è una delle attrattive turistiche della bella isola.

Condividere
Uncategorized