Città sotterranea Nush Abad

Città sotterranea Nush Abad

La città sotterranea Nush Abad si trova nell’omonima città nel distretto di Ārān e Bidgol (regione Esfahān) e la sua storia va dall’epoca sasanide fino a quella safavide.

Questa città sotterranea a tre piani con una profondità dai 4 ai 16 metri, è costituita da strutture solide, intricate e ampie come stretti corridoi l’uno dentro l’altro e stanze di piccole dimensioni che si sviluppano in orizzontale e verticale.

Questa architettura nella città di Nush Ābād viene chiamata con la parola “Ouyi”. Eccetto l’ingresso principale, l’altezza di tutte le altre parti è pari alla statura normale di un uomo, tra i 170 e i 180 cm. Sulla superficie delle pareti e a piccole distanze, salta all’occhio il posto di collocazione delle lanterne ad olio.

In alcune parti all’interno delle mura sono state create anche delle basse piattaforme per sedersi che in alcune stanze si sono mutate in mensole per collocarvi gli oggetti. La ventilazione della città avveniva attraverso dei canali che erano stati creati al primo piano e al livello del terreno.

La luce di questi spazi era possibile grazie a delle lanterne ad olio in terracotta. Il primo piano in realtà era fatto di sentieri e corridoi per deviare i possibili invasori. Il secondo e terzo piano era il luogo dove rifugiarsi e vivere nei momenti di pericolo e dove venivano conservate le provviste di cibo.

Sono stati riconosciuti numerosi ingressi alla città sotterranea e molti di questi in passato sono stati ostruiti a causa delle acque di inondazione. Per accedere alla bella e surreale città Ouyi c’è un solo ingresso; dopo aver salito 45 scalini ci si trova di fronte ad una struttura solida e a numerosi corridoi nelle viscere della terra e dopo aver attraversato questi si giunge agli ambienti principali.

Condividere
Uncategorized