Il castello dei portoghesi

Il castello dei portoghesi

Il castello dei portoghesi si trova a nord dell’isola e vicino alle coste. Il castello venne costruito nel 1507 per ordine del noto navigatore Alfonse de Albuquerque che occupò le isole all’entrata del Golfo Persico prendendo così in mano l’arteria che collegava l’India e l’Europa. I portoghesi riuscirono a tenere in mano questo passaggio marittimo per 110 anni e per farlo costruirono castelli e fortezze che oggi si trovano oltre che a Qeshm pure in altre isole iraniane. Il castello a Qeshm ricopre una superficie di oltre 2 mila metri quadrati ed è fatto di pietre calcaree ed è stato fortificato e ricostruito nel corso di un secolo per ben 4 volte. Il castello ha 4 torri e vi sono cannoni e catapulte ed un gran magazzino che serviva a tenere le munizioni. Questa fortezza possiede due cinte murarie e nei quattro angoli è provvista di torri di guardia. Nel 1623 questo castello e le altre fortezze portoghesi nel Golfo Persico vennero conquistati dai condottieri safavidi che da allora fecero regnare sullo stretto di Hormuz il dominio degli iraniani.