Mausoleo dell’Imāmzādeh Yahya Bin Zaid

Mausoleo dell’Imāmzādeh Yahya Bin Zaid

Il santuario dell’Imāmzādeh Yahya Bin Zaid Bin Imām Zin Al’abeddin (A) (107-125 Egira lunare) si trova nella città di Gonbad-e Kāvus (regione Golestān). Questo edificio risalente al periodo mongolo fu rinnovato in epoca safavide, al tempo di Nasreddin Shāh Qājār e negli ultimi anni è stato nuovamente ricostruito.

Questo Imāmzādeh è formato da un grande edificio e da un ampio cortile, da uno spazio coperto, da uno shabestān, da una fontana pubblica, da un portico lavorato a specchietti e intorno ci sono molti luoghi di sosta per i pellegrini.

L’unica traccia rimasta dell’architettura originaria è un mihrāb lavorato a stucco appartenente al periodo ilkhanide sui cui due lati sono incisi versetti del Sacro Corano.

Questo mausoleo che è accanto all’area dell’antica città di Jorjān, in passato faceva parte dei 4 luoghi di pellegrinaggio del gruppo etnico dei Turkmeni Yomut, in particolare degli Atābāi e dei popoli della zona di Katul che venivano chiamati Gharan Kimān; Gharan Kimān o Gharan Kamān che in origine era “Qārnaki Imām” con il significato di Imam vestito di nero.

Altri luoghi di pellegrinaggio a Varāmin, Sabzevār, Gorgān, Nishābur, Myāmi Mashad, Semnān e Hamedān sono attribuiti a Yahya Bin Zaid e ciò non è corretto; questo errore deriva dalla somiglianza di nome.

Condividere
Uncategorized