Fortezza Dokhtar (Qiz Qalasi)

Fortezza Dokhtar (Qiz Qalasi)

La fortezza Dokhtar si trova nel distretto di Hakhāmanesh nella provincia di Myāneh (regione Azerbāijān orientale). La data esatta, il motivo e lo scopo della sua costruzione non sono chiari e al riguardo circolano numerose leggende di questo genere: secondo alcuni all’epoca del re Artaserse I (achemenide) l’edificio avrebbe servito da prigione per una principessa ribelle, secondo altri risalirebbe agli inizi del periodo sasanide, oppure al settimo secolo dell’Egira lunare; secondo un’altra tradizione la fortezza sarebbe stata costruita da un commerciante per difendere le proprie figlie dagli invasori mongoli; essa da alcuni viene ritenuta luogo di adorazione della dea femminile Nāhid o Ānāhita, protettrice dell’acqua, viene attribuita al periodo degli Ilkhanidi mongoli, o infine a Sasan, uno dei famosi generali di Bābak Khoramdin.

La fortezza Dokhtar, con due ingressi, è stata edificata su uno sperone di roccia con una forma multilaterale non regolare in pietra e argilla vicino all’omonimo ponte e si divide in tre parti: 1-le mura esterne ( il castello veniva sorvegliato grazie a 24 torri di avvistamento) 2-le mura interne (che preservavano la parte principale del castello), 3-la parte interna (luogo di comando della fortezza).

Al centro del castello sono presenti due grandi sorgenti di acqua e qualche pozzo. Oltre alla fortezza Dokhtar di Myāneh, ce ne sono altre con questo nome (dokhtar in farsi significa ragazza) in diverse città e zone dell’Iran come: Kermān, Firuz Ābād, Fereshtegān e Fahlyān Fārs, Khorāsān, Qom, Shahr-e Setānak Tehrān, Chālus, Nāiin, regione di Bushehr, Aligudarz, Sāveh ecc..che solitamente sono costruite su alture e punti difficili da attraversare con una notevole capacità difensiva e con caratteristiche di edifici relativi all’epoca pre-islamica.

Condividere
Uncategorized