Mausoleo dello Sheikh Mahmud Shabestari

Mausoleo dello Sheikh Mahmud Shabestari

Il mausoleo dello Sheikh Mahmud Shabestari, tomba di Sa’ad Al-Din Mahmud Ben Abdolkarim Ben Yahia, (1288-1340), grande mistico iraniano, si trova nella città di Shabestar (regione Azerbāijān orientale). La sua costruzione risale al periodo ilkhanide (fine del sesto e inizi del settimo secolo dell’Egira lunare) e più volte è stato rinnovato, ricostruito e nel periodo qajaro restaurato.

Il mausoleo, che è situato in un giardino di nome Golshan, è nello stile architettonico tradizionale iraniano e islamico, a forma di anello e nel posto della gemma c’è il sepolcro dello Sheikh Mahmud Shabestari ubicato in una stanza in mattoni.

Sulle lapidi sono state realizzate due incisioni in rilievo su marmo in calligrafia nasta’liq e nel giardinetto del mausoleo ci sono alcuni pezzi di pietra preziosa scolpita di cui due sono a forma di cassetta e uno ha la base in pietra con muqarnas.

Nel complesso del mausoleo che è stato costruito come un centro culturale e artistico, oltre alla tomba di “Bahā Al-Din Yaqub Tabrizi”, maestro Sheikh Mahmud Shabestari, si tengono anche lezioni di educazione artistica, c’è una biblioteca pubblica e specializzata nel campo della letteratura e del misticismo islamico, un salone per le conferenze, una casa da the tradizionale e una sorta di caravanserraglio.

Tra le opere dello Sheikh Mahmud Shabestari, il masnavi “Golshan-e Rāz”, è il componimento in versi più importante e famoso, ricco di contenuti filosofici, teosofici e di saggezza e finora è stato tradotto in varie lingue.
[/su_column]

Condividere
Uncategorized