Osku

Osku

La città di Osku è il capoluogo dell’omonimo distretto alle pendici del monte Sahand (regione Azerbāijān orientale). Osku, con un passato storico e millenario, è situata all’altezza di 1579 metri sul livello del mare.

In questa zona scorrono i fiumi Kandovān Chāy, Osku Chāy e Malā Heidar Ārakhi che hanno reso la zona verdeggiante. Tra le attrattive naturali e storiche di Osku ci sono i villaggi, ognuno con caratteristiche uniche come “Kandovān”, risalente a 7 mila anni fa, che ha le case scavate nella roccia vulcanica a forma di alveari (“Karān” è il nome di queste abitazioni, la maggior parte delle quali sono a due piani e alcune a quattro), il villaggio rupestre “Hileh Var” nelle alture del monte Sahand (vulcano inattivo) che ha uno stile architettonico unico con case scavate nel cuore della roccia a forma di cella in modo eccellente che godono di un sufficiente occultamento, il villaggio di “Gonbarf” che, per l’abbondante produzione di rose, è noto come paese dei fiori di Mohammad (Rosa damascena), il villaggio di Ansarood ecc..

Tra gli altri luoghi ed edifici storici di questa zona che meritano una visita, si possono citare i seguenti: lo stagno Gugeli (un bel lago alle pendici del monte Chāngil), l’antico hammam Milān (relativo all’epoca safavide), i mausolei di Allah Bandesi, Pir Heidar, Seyed Hossein Ben Seyed Abdolghafār Oskui, l’Imāmzādeh Adbolghafār, le moschee Pāytakht, Jām’eh, Osku, Oujuzlu, Sabze Meidān,  l’antico albero di platano, la porta in pietra di Milān, il parco museo delle miniature di Osku, la residenza locale ll Bāghi ecc..

Osku è considerato anche il centro principale nella regione dell’Azerbāijān orientale dove sono concentrati i laboratori di bātik (metodo di stampa su stoffa), polo di riferimento di questa arte-industria nel paese e uno dei centri importanti di produzione delle stoffe di seta.

I souvenir più popolari di Osku sono lo sciroppo d’uva, l’halva di noci, il myānpor (tipo di dolce ripieno) e il pane.

Condividere
Uncategorized