Fortezza Rostam

Fortezza Rostam

La fortezza Rostam Khusf si trova nel villaggio di Ganj, nella cittadina di Khusf (regione Khorāsān meridionale) ed è tra le fortezze principali degli Ismailiti del Gahestān la cui costruzione originaria risale all’epoca sasanide e in seguito fu ricostruita dagli stessi e nuovamente utilizzata.

Questa fortezza che è situata su un’ alta collina, poichè raggiungerla non era facile, i suoi ambienti hanno subito danni minori e si dice che essa, a causa del suo difficile percorso che non era accessibile a chiunque, abbia assunto il nome di “fortezza Rostam”.

Gli edifici rimasti comprendono un insieme di torri, di tālār, edifici sparsi intorno alle pendici della montagna, gli scalini di accesso, le cisterne e il pozzo al centro della fortezza. Le strutture sono state costruite per lo più con pietre cadute dalla montagna; in questa area si vedono grandi quantità di adobe cotto (mattone) a dimostrazione del fatto che alcune costruzioni furono edificate in mattoni.

Attualmente in questo luogo si possono osservare sette torri di avvistamento circolari e resti di un’altra torre in pietra e malta di cemento, numerosi spazi sotterranei nell’area della fortezza tra cui i più importanti sono sette tālār in pietra e mattoni accanto alle torri, la cisterna principale del complesso con mura di pietra e malta di cemento, il pozzo al centro della fortezza profondo sette metri, scalini in pietra nelle diverse parti per accedere alla sommità della montagna e alla fortezza, una piccola stanza e le mura intorno alla montagna.

Nell’area di questa fortezza ci sono resti di ceramiche smaltate di colore turchese e semplici che risalgono ai periodi pre e post islamici. In alcuni testi la fortezza di Rostam è chiamata anche Fortezza Dokhtar.