Metodi tradizionali della lavorazione e suonare il Dotar

Metodi tradizionali della lavorazione e suonare il Dotar

Inserita nel 2019 nell’elenco dell’UNESCO del Patrimonio Culturale immateriale dell’Umanità

Metodi tradizionali della lavorazione e suonare il Dotar definiscono una delle componenti sociali e culturali più importanti della musica folcloristica tra i vari gruppi etnici e le comunità iraniane. I costruttori di questo strumento  sono gli artigiani  per lo più gli uomini agricoltori e suonatori  di sesso femminile. Il Dotār è uno strumento musicale folcloristico con un arco a forma di pera realizzato in legno di  gelso, un collo in legno di albicocca o noce e due corde. Si crede che una corda sia maschio e funzioni come l’accordo, mentre l’altra è femmina, suonando la melodia principale. Lo strumento  viene suonato in importanti occasioni sociali e culturali come matrimoni, feste, celebrazioni e cerimonie rituali. Negli ultimi anni in varie occasioni come i festival nazionali e internazionali questo strumento viene presentatol. I musicisti mentre suonano raccontano narrazioni epiche, storiche, liriche e gnostiche che sono al centro della loro storia etnica, orgoglio e identità. L’arte tradizionale relative alla riproduzione del Dotār vengono tramandate in modo informale attraverso il metodo maestro allievo, che riflette la storia e il background degli artisti. Uno strumento che promuove la coesistenza pacifica, il rispetto reciproco e la comprensione sia tra le diverse comunità che con i paesi vicini.

 

VEDI ANCHE
Condividere