Commemorazione martirio Imam Ali (AS)

Lutto Nazionale per commemorazione martirio del primo Imam sciita

Oggi, giorno 21 del mese di Ramadan, ricade l’anniversario del martirio dell’Imam Ali (AS)

L’Imam sciita patì due giorni di sofferenze prima di raggiungere il martirio.  Il martirio avvenne giorno 21 del Sacro mese di Ramadan, al crepuscolo prima dell’alba, mentre l’Imam Ali (AS) era intento a pregare nella moschea di Kufa.

L’Imam Ali (AS) raggiunse il martirio tramite la mano di Ibn Muljam. Ibn Muljam, era un membro della setta deviata dei Khawarej.  Il deviato Ibn Muljam lo colpì di spalle con una spada impregnata di veleno. Proprio mentre l’Imam era in posizione di prosternazione(sojdeh) al cospetto di Iddio venne colpito.

Nonostante il travaglio per la ferita riportata, l’ Imam si preoccupò per la situazione di colui che lo aveva colpito. Infatti, chiese che ad Ibn Muljam, il quale era stato catturato dai seguaci dell’Imam, non venga fatto mancare nulla durante la prigionia. Oltre ciò, il santo Imam, volle esser servito con lo stesso cibo del prigioniere.

Così, l’Imam Ali (AS), fino all’ultimo momento della propria vita, diede dimostrazione del suo spirito di altruismo e profondo senso di giustizia. Durante la propria vita, si impegnò per portare protezione e sostegno agli oppressi e bisognosi, gli orfani in particolare. L’Imam era abituato a svolgere le proprie opere caritatevoli senza dar dimostrazione in pubblico. Infatti, solamente dopo la sua morte, molte famiglie ed orfani si resero conto che la mano caritatevole che dava loro sostegno, era la mano di Ali (AS).