Abbas Kiarostami (1940-2016)

Abbas Kiarostami

Abbas Kiarostami, nato il 22 Giugno 1940 a Tehrān è stato un regista, uno sceneggiatore, un montatore, un fotografo, un produttore, un grafico, un grande cineasta internazionale, nonchè un poeta e un pittore iraniano.

Egli viene considerato un regista influente nel cinema mondiale le cui opere sono state ben accolte dai critici, dai giurati e dai registi dei festival e delle associazioni culturali e artistiche mondiali, in particolare italiane.
Benchè la sua prima esperienza artistica sia stata la pittura, Kiarostami dal 1970 ha iniziato la sua attività cinematografica realizzando più di quaranta film tra lungometraggi, cortometraggi e documentari. Oltre al cinema Kiarostami era versato in altre arti, come la poesia, la fotografia, l’installazione, la musica, la progettazione grafica, il disegno e la pittura.

Egli deve essere considerato tra i noti cineasti facenti parti della nuova ondata del cinema in Iran. La semplicità, l’impiego di bambini come protagonisti ed eroi della storia, lo stile documentaristico, l’ambientazione nei villaggi, la messa da parte della figura del regista, la poeticità e anche i dialoghi dei personaggi nell’abitacolo dell’auto, sono alcune delle peculiarità dei film di Kiarostami.

E’ stato vincitore di molti premi cinematografici importanti. Cinque volte è stato candidato alla Palma d’oro del festival di Cannes e nel 1997 nella cinquantesima edizione di questo stesso festival l’ha conquistata con il film “Il sapore della ciliegia”.

Ha partecipato a numerosi festival importanti del cinema mondiale nelle vesti di giurato e ha avuto questo incarico per quattro edizioni del Festival di Cannes. Alcune dei suoi lavori fotografici sono stati esposti in mostre in Italia, in Inghilterra, in Giappone, in Cina e nel museo delle arti contemporanee di Tehran.
Kiārostami ha anche diretto numerosi workshop formativi per gli studenti di arte in varie città dell’Iran e all’estero. Ha ottenuto anche l’incarico di direttore di due gruppi dell’Opera nelle città di Parigi e Londra. Nella sua carriera artistica è stato anche giudice di competizioni fotografiche.

Kiārostami fino al 2014 ha ricevuto almeno ottanta importanti riconoscimenti mondiali, alcuni di questi li elenchiamo di seguito:
-Premio Roberto Rossellini, 1990
-Premio cinematografico Decouvertes, 1992
-Premio Francois Truffaut, Giffoni Film Festival, 1993
-Premio Pier Paolo Pasolini e medaglia d’oro Federico Fellini, Unesco 1995
-Riconoscimento come cavaliere dell’arte e della letteratura della Francia, Officier de la Lègion d’honneur, 1996
-Palma D’Oro al Festival del Film di Cannes, premio in memoria di Vittorio De Sica e medaglia d’oro Federico Fellini, 1997
-Premio “Alessandro d’oro”, Festival internazionale del film di Tessaloniki, Leone d’Argento al Festival del Film di Venezia, Targa d’oro Panorama del Cinema europeo e Premio speciale Festival dei film del Mediterraneo, Montpellier, 1999
-Premio alla carriera artistica “Akira Kurosawa” Festival del film di San Francisco e Premio speciale dal Ministero della Cultura e dell’arte di Londra, 2000
-Dottorato di merito da parte dell’Università Ecole Normale Supérieure e Premio cinematografico Konrad Wolf, 2003
-Candidato come membro dell’Istituto del Film britannico e Premio alla carriera cinematografica Festival del film, Islanda, Pardo d’onore, Festival del film di Locarno e Premio alla carriera Festival internazionale del film di Yerevan, 2005
– Vincitore del Premio artistico Henri-Langlois, 2006
-Dottorato di merito da parte dell’Università di Tolosa e riconoscimento come grande maestro mondiale, Festival del film di Calcutta, 2007
-Premio di merito al regista, Festival del film di Venezia e Coppa di Jamshid, 2008
-Premio di merito alla carriera cinematografica Festival del film di Monaco, Dottorato di merito da parte dell’Università di Parigi e “Spiga d’oro” al Festival internazionale del film di Valladolid, 2010
-Riconoscimento di merito dal governo del Giappone, 2013
-Riconoscimento “Decorazione delle scienze e dell’arte”, Austria e Premio alla carriera cinematografica e “Arancia d’oro” al Festival internazionale del film di Antalia, 2014
Le opere scritte di Kiārostami sono le seguenti: “Il Vento e la Foglia” (Poesie), “Hafez secondo Kiārostami”, Sa’di secondo Kiārostami,”Con il vento”, “Dieci”, “Un lupo in agguato”e “Frammenti dai Ghazalyāt di Shams”.
Le opere cinematografiche di Kiārostami (principalmente regia e sceneggiatura ) sono le seguenti:
“Il pane e il vicolo”, “La ricreazione”, “L’esperienza”, “Il viaggiatore”, “Anch’io posso”, “Due soluzioni per un problema”, “I colori”, “Il vestito per il matrimonio”, “Come utilizziamo il tempo libero?: Tinteggiare”, “Il rapporto”, “Omaggio agli insegnanti”, “Soluzione numero uno” “Caso 1, Caso 2”, Mal di denti”, “L’igiene dentale”, “Disciplinatamente o indisciplinatamente”, “Il coro”, “Concittadino”, “Gli alunni della prima classe”, “La chiave”, “Dov’è la casa del mio amico”, “Compiti a casa”, “Close up”, “E la vita continua”, Viaggio nel paese de Il viaggiatore”, “Sotto gli ulivi”, “Tre volte il terremoto”, “Il viaggio”, “Il palloncino bianco”, “Time”, “Il salice e il vento”, “Il vento ci porterà via”, “ABC Africa”, “Stazione abbandonata”, “Cinque”, “Oro rosso”, “10 su 10”, “Tickets”, “Gli operai sono intenti a lavorare”, “Il tappeto iraniano”, “Ad ognuno il suo cinema”, “Shirin”, “Dieci”, “Copia conforme”, “Qualcuno da amare”, “Conoscenza con Leila”, “Future reloaded”, “Ten minutes older”, “Le strade di Kiārostami”, “Dov’è il luogo di arrivo?”, “Lumiere e company”, “La nascita della luce”, “Il sapore della ciliegia”…
Kiārostami si è spento a Parigi il 4 Luglio 2016. Il suo sepolcro si trova a Lavāsān, nella periferia di Tehran.
 

VEDI ANCHE

 

Condividere