Scomparsa professor Alberto Ventura

E’ scomparso ieri, il grande islamista italiano Prof. Ventura.

È scomparso ieri a Cosenza, dove risiedeva e lavorava da anni, il prof. Alberto Ventura (Roma, 26 settembre 1953), uno dei più notevoli specialisti italiani del mondo islamico.
Laureatosi nel 1977 in lingua e letteratura araba presso la Facoltà di Lettere e Filosofia della Sapienza dell’Università di Roma, ha inizialmente lavorato presso l’Istituto per l’Oriente (Roma) fino alla metà degli anni Ottanta, quando entrò nel ruolo dei ricercatori universitari presso l’Istituto di Studi Africani e Orientali della Facoltà di Scienze politiche dell’Università degli Studi di Cagliari, dove divenne successivamente professore associato. Dal 1995 fu titolare della cattedra di Islamistica presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università degli Studi di Napoli L’Orientale, e in quell’università diresse dal 2002 al 2007 il Dipartimento di Studi Asiatici. Dal 2007 si trasferì sulla cattedra di Storia dei Paesi islamici dell’Università della Calabria, dove tra le altre attività didattiche e scientifiche guidò le attività di Occhiali – Laboratorio sul Mediterraneo islamico.

Il prof. Ventura è stato membro della Commissione Nazionale Italiana dell’UNESCO e del Consiglio Scientifico dell’Istituto Italiano per l’Africa e l’Oriente (IsIAO). Il grande pubblico l’ha conosciuto anche come ideatore e condirettore della fortunata collana Islamica della casa editrice Arnoldo Mondadori Editore.
Alberto Ventura è stato socio di ISMEO-Associazione internazionale di studi sul Mediterraneo e l’Oriente fin dalla sua rifondazione (2012) ed è stato nominato socio onorario nell’anno 2017.

Tutti coloro che l’hanno conosciuto non dimenticheranno mai la sua profonda cultura, la sua continua dedizione alla riflessione e alla ricerca, le sue grandi capacità organizzative e la sua gentile e signorile disponibilità.

L’Istituto Culturale dell’Iran presenta i suoi omaggi al Professore e augura a lui la benedizione di Dio e Buon viaggio

Condividere