Il museo dell’Azerbāijān

Il museo dell’Azerbāijān

Il museo dell’Azerbāijān si trova nella città di Tabriz (regione Azerbāijān orientale) e dal 3 ottobre 1962 ha intrapreso la sua attività espositiva come secondo museo archeologico dell’Iran dopo quello nazionale con opere storiche ed artistiche appartenenti alle epoche pre e post islamiche.

Il museo è stato realizzato in un edificio a tre piani in un’area di 3000 metri quadrati con l’utilizzo di elementi architettonici come la volta, le pareti verticali, la ripetizione di finestre con arco ecc e secondo una visione tradizionale.

L’ingresso del museo ha una scalinata in pietra e una grande porta di legno che accoglie i visitatori con due leoni di pietra . Anche nel cortile sono conservate opere e statue in pietra.

L’edificio del museo, oltre alle parti amministrative e tecniche (laboratorio e depositi), un negozio e una biblioteca specializzata, è dotato di sezioni principali come di seguito:

Piano terra

Al piano terra sono conservate opere ed oggetti storici risalenti ai periodi preistorici e pre-islamici come: terracotte di settemila anni fa, minerali della città di Jiroft con varie figure di flora e fauna, oggetti in bronzo, un occhio finto proveniente da Shahr-e Sukhte nel Sistān, la statua di una divinità femminile di tremila anni, rython risalenti a due e tremila anni fa, cadaveri di un uomo e di una donna appartenenti allo stesso periodo ecc..

Primo piano

Al primo piano sono presenti tre sezioni: la sala del periodo islamico, la sezione delle monete e dei sigilli e la biblioteca del museo dove sono conservate opere ed oggetti storici risalenti ai secoli tra il primo e il quarto dell’Egira lunare e alla città di Neishābur, stoviglie di terracotta appartenenti al periodo ilkhanide e lucchetti del sesto secolo dell’Egira lunare, monete e sigilli storici dell’Iran dal periodo achemenide fino a quello qajaro…

Seminterrato

Nel seminterrato sono conservate le statue in gesso attraenti e da vedere di Ahad Hosseini con contenuti sociali che raccontano la storia e l’etica umana nei secoli passati-in particolare il ventesimo secolo-, opere in pietra e pitture rupestri storiche come: sculture umane, lapidi, pietre con iscrizioni, mufloni, statue in pietra ecc..

La visita al museo dell’Azerbāijān può includere anche quella alla moschea Blu, alla piazza dell’orologio e al museo dell’età del ferro che si trovano nelle vicinanze.