Moschea Jām’eh di Babol

Moschea Jām’eh di Babol

La moschea Jām’eh di Bābol è situata nell’omonima città (regione Māzandarān). L’edificio originario risale all’anno 160 dell’Egira lunare e molte volte, in particolare durante il periodo safavide, è stato ricostruito, a seguito del terremoto ha subito ingenti danni e infine nell’anno 1225 dell’Egira lunare in epoca qajara è stato ristrutturato.

L’edificio attuale della moschea è costituito dai resti dei monumenti dell’epoca qajara e dai rifacimenti e dai restauri che in seguito sono avvenuti. La moschea ha due portali di ingresso, a est e a ovest che hanno accesso a due spazi simili ad un vestibolo.

Sopra il portale ovest sulle piastrelle sono scritti versetti e frasi. Il cortile della moschea è collocato nella direzione est e ovest e intorno ci sono iwān e shabestān che si aprono su di esso. Lo shabestān principale si trova nel lato sud ed è supportato da cupole grandi e piccole, dagli archi, dai pilastri e dalle colonne.

In mezzo allo shabestān che dà sul cortile c’è un iwān la cui apertura oggi è stata ostruita con una finestra di ferro. Ad ovest di esso è collocato un antico mihrāb e nel suo lato meridionale ci sono due mihrāb più recenti maiolicati. Quello antico è per metà rovinato e il mattone crudo delle sue piastrelle è sparso per terra. Sul corpo centrale e intorno alla nicchia, sono incise epigrafi piastrellate e stuccate. Sulla parete dell’arco dell’iwān su tre lati sono scritte poesie.

VEDI ANCHE

Mazandaran -20

Condividere