Mo‘arraq-e sang

Mo‘arraq-e sang (Il mosaico di pietra)

Il taglio, la disposizione (le une accanto alle altre) e il fissaggio di variopinte pietre levigate miranti – mediante l’utilizzo di strumenti atti alla scissione e all’abrasione – alla creazione di figure e immagini è chiamata Mo‘arraqkāri-ye sang (lavorazione del mosaico di pietra).

Tale mosaico è utilizzato per la decorazione di edifici e pavimenti e, parimenti, per altri tipi di superficie (ad esempio, tavoli). Il Mo‘arraq-e sang è realizzato perlopiù su superfici piane ed ampie. In questa arte, al fine di creare una cornice che contorni il disegno principale del mosaico (simile a quelle dei manoscritti miniati e delle miniature), ci si può servire di cinghie di ottone e di nastri di pietra larghi o stretti. Le immagini impiegate nel Mo‘arraq-e sang includono figure, disegni tradizionali (arabeschi, khattāi, calligrafia) e altro ancora.
Condividere