Morassa‘ kāri

Morassa‘ kāri

Una delle branche dell’artigianato legata alla lavorazione della pietra è il Mo-rassa‘ kāri (chiamato anche Mekhrāj kāri o Negin kāri) e si realizza mediante l’apposizione di pietre o di castoni sopra preziosi oggetti decorativi, o sopra vassoi o accessori.

Si tratta di un’arte millenaria, comune in Iran. Oggetti come tazze, ciotole ecc. risalenti al periodo degli Achemenidi, dei Parti e dei Sasanidi indicano la profonda maestria degli artigiani iraniani in questo tipo di disciplina artistica. Autentici ‘eredi’ di quell’epoca sono i gioielli indossati dalle donne delle tribù beduine e delle zone di campagna. Le materie prime di quest’arte sono pietre preziose o semi-preziose come lo smeraldo, il diamante, il turchese, il rubino, l’agata, la giada. Oggigiorno, il Morassa‘ kāri viene impiegato principalmente nella produzione di gioielli. L’artigiano di tale arte opera una volta terminato il gioiello in que-stione.