“la Firenze persiana” di Alessia bellan

La bellezza del sublime architettura iraniana.

Arrivare in questa meravigliosa città del centro Iran, magari dopo essere passati da Teheran e dai tour nelle varie località più o meno affollate di quella che è un’apprezzata meta turistica anche per gli europei, fa una strana impressione: seduti sulle rive del fiume Zeyandeh al tramonto, guardando il ponte Khajou che lo attraversa nel centro della cittadina persiana, si ha lo straniante effetto di stare a Firenze, sulle rive dell’Arno al tramonto, mirando il Ponte Vecchio. L’unica differenza con il ponte del Seicento di Esfahan? Mentre le antiche botteghe fiorentine vendono ai turisti oro e pietre preziose, qui, i piccoli graziosi anfratti sui 33 archi del ponte sono spazi dove venditori ambulanti offrono castagne, pannocchie, tè. Ascoltando i musici agli ingressi del ponte, mentre nel cielo volteggiano gli aquiloni.

Leggi di più