Una serata con il sommo poeta persiano, Ferdowsi

Giornata Nazionale di Ferdowsi.

Ogni anno gli iraniani rendono omaggio ad al-Hakim Abul-Qasim Ferdowsi, il grande poeta persiano la cui “Shahnameh” è considerata come la più lunga poesia epica del mondo scritta da un singolo poeta.

Il giorno 14 maggio (25 Ordibehesht) gli iraniani commemorano il Sommo poeta persiano Ferdowsi.

Abol-Ghasem Ferdowsi Tusi, (Ṭus, 940 – Ṭus, 1020), è il maggior poeta epico della letteratura persiana medievale. Ferdowsi, è un poeta e un uomo che non ha eguali nella letturatura persiana. Per questo nel calendario ufficiale dell’Iran viene commemorato il 25 ordibehesht, il secondo mese nel calendario persiano, come la giornata nazionale di Ferdowsi.

Ferdowsi, che si colloca agli inizi della letteratura persiana di epoca islamica, nacque in un villaggio presso Tus in nord-est dell Persia. Suo padre fu un ricco proprietario terriero. La sua grandiosa opera epico-letteraria chiamata Shahnameh (“Libro dei Re”), alla quale dedicò 35 anni circa della propria vita, fu in origine composta per essere presentata ai sovrani samanidi, che erano i capofila del movimento di rinascita culturale iranica dopo la conquista del paese da parte degli Arabi nel corso del VII secolo.

 

L’istituto Culturale dell’Iran in collaborazione con DIRUZ  organizza  

Un Pomeriggio con Ferdowsi

 

Ed ora che l’illustre

mio poema è finito, tutto il mondo

risuona dei miei versi. Chiunque ospiti

nel suo cuore saggezza e fede intatta

mi loderà dopo la morte mia,

ma io non morrò mai: io sono vivo

da quando ho sparso il seme dei miei versi. 

 

 

Martedì’ 14 maggio alle ore 21.00

Per seguire la trasmissione in diretta cliccare qui

 

 

<strong>VEDI ANCHE</strong>

Ferdowsi (935-1020)

Condividere