Khorasan meridionale -27
Regione Khorasan meridionale      | ♦Capoluogo: Birjand   |  ♦Superficie: 124 899 km²  |  ♦Abitanti: 600 568
Storia e CulturaAttrazioniSuovenir e artigianatoDove mangiare e dormire

Contesto geografico

La regione di Khorasan meridionale è la più orientale delle regioni iraniane che ad est confina con l’Afghanistan. Il capoluogo della regione è la città di Birjand e i suoi maggiori centri abitati sono: Qayenat, Sar Bishe e Nahbandan.

Clima

Il clima della regione di Khorasan meridionale è secco-desertico, ma in relazione alla quota delle diverse zone può essere diviso in: caldo-secco, e secco-temperato.
Il clima caldo-secco è presente nelle pianure, nelle zone centrali, ad ovest e sud-ovest della regione, mentre il clima secco-temperato è riscontrabile nelle zone elevate del nord e nord-ovest e nei dintorni della città di Birjand.

Storia e cultura

La regione di Khorasan meridionale è una parte limitata della Grande Khorasan del passato che nei secoli scorsi veniva chiamata ‘Qahestan’. Secondo alcune iscrizioni risalenti del periodo achemenide e i resoconti degli storici greci, ‘Qahestan’ era la sede dei Sagart, una delle tribù ariane dell’epoca. Lo storico greco Erodoto afferma: “Essi fanno parte delle tribù orientali e la loro sede è la quattordicesima satrapia degli Achemenidi.” Anche Marco Polo, nel suo ‘Il Milione’, ricorda questa zona con il nome di ‘Tunokayen’. La maggior parte degli studiosi ritiene che il termine ‘Qahestan’ sia l’arabizzazione di ‘Kohestan’ (‘zona montuosa’), a causa del peculiare contesto geografico della regione che appare montuoso.

Tra le altre località turistiche di questa regione si possono citare le seguenti: la Cascata di Chardah, le Terme di acqua calda di Lut, la Valle di Band darre, le Terme di Gazik, la Fonte di Sar Bishe, la Grotta di Varzaq, la Grotta di Rostam, la Grotta di Pahlavan, la Grande Moschea di Chahar Derakht, il Museo Etnologico, il Museo Archeologico, il Museo dei Martiri, il Museo delle Personalità nazionali, il villaggio di Makhunik e il Mausoleo di Turan Shah.

Suovenir e artigianato

I prodotti dell’artigianato di questa regione sono: tappeti, tessuti, ceramiche, cesti di paglia, jajim, kilim, tessuti e cappelli di feltro, zilu, oggetti di rame e ferro, gioielli di oreficeria tradizionale e pellame conciato in maniera tradizionale. Anche diversi tipi di ricami tradizionali su vari tessuti e maglie lavorate a mano fanno parte delle raffinate creazioni dell’artigianato locale. Le condizioni climatiche della zona meridionale del Khorasan sono particolarmente favorevoli per la coltivazione dello zafferano, tanto è vero che il 95% della produzione nazionale e il 60% di quella mondiale provengono da questa regione. Oltre allo zafferano, anche crespino, prugne di Bokhara, giuggiole, bacche di biancospino, mandorle montane, noci, Kashk-e Siyah, Kashk-e Zard, Kashk-e Zire-i, Qara Qorut, pesche e albicocche secche sono fra i souvenir della zona di Birjand.

Cucina Locale

I piatti della cucina locale di questa regione sono: diversi tipi di Eshkane, Khuresh-e Qavarme, Qorme, Khuresh-e Sabzi, Kuku Kama, Kashk di melanzane, Qateq Mash, brodo di carne, vari tipi di minestre, Gandom Shir, Qateq di lenticchie, diversi tipi di pane tradizionale, Kachi, Bane, Gavrasi, Saberi e datteri arrostiti.

Condividere