19-Markazi

Regione Markazi

Contesto geografico

La regione Markazi è situata fra le catene montuose di Elborz e Zagros e in prossimità del deserto centrale. Il punto più alto della regione è la cima Shahbaz nei Monti Rasvand e la zona più bassa si trova in una piana a sud della città di Save. Il capoluogo della regione è la città di Arak e gli altri maggiori centri abitati sono: Ashtian, Tafresh, Khomein, Save, Shazand, Mahallat e Delijan.

Clima

La regione Markazi ha tre tipi di clima: semidesertico, montano temperato e freddo di alta montagna. A causa della complessità climatica, anche il tassa di umidità dell’aria e il livello di piogge sono variabili nelle diverse città e zone della regione. Le precipitazioni atmosferiche si manifestano spesso in nevicate nelle aree montane e in piogge nei territori poco elevati.

Storia e cultura

Dai reperti rinvenuti nei siti archeologici di Zolf Abad a Tafresh e Tepe Chelpi Saruq ad Arak sono emersi segni dell’urbanizzazione elamita nella regione Markazi. Nel stesso periodo in cui si verificava la caduta dell’impero elamita, alcune popolazioni ariane arrivarono nell’altopiano iranico, dove decisero di stabilire la propria sede. Nel I millennio a. C., l’odierna regione Markazi faceva parte della Grande Media che comprendeva tutti i territori centrali e occidentali dell’altopiano iranico, territori che sono considerati tra i più antichi centri di insediamenti umani. Nel periodo dei Seleucidi questa zona catturò l’interesse dei sovrani greci, specialmente i territori del nord della regione (il villaggio di Khorhe). All’epoca del re sasanide Khosrou Parviz l’altopiano iranico venne diviso in quattro parti, i cui nomi erano: ‘Bakhtar’ (Nord), ‘Khor Aban’ (Est), ‘Nimruz’ (Sud) e ‘Khorbaran’ (Ovest). L’odierna regione Markazi era situata nell’area di ‘Khorbaran’. Nei primi secoli dell’età islamica, questa zona cambiò nome in ‘il paese di Jibal’ o ‘Qahestan’. Dopo il II secolo dell’egira lunare questa regione insieme ai territori di Hamadan, Rey e Esfahan divennero famosi con il titolo di ‘Iraq-e Ajam’. Dal punto di vista culturale e cultuale, la regione Markazi è stata uno dei maggiori centri in cui si formarono pensatori, poeti, mistici, politici e grandi uomini di fede sciita. Fra le eminenti personalità della letteratura e cultura di questa territorio si possono citare: Adib-ol-Mamalek Farahani, Abbas Eqbal Ashtiyani, Mirza Taqi Khan Amir Kabir, Qaem Maqam Farahani e il professor Mahmud Hesabi.

Le immagini di questa sezione sono nella fase d'aggiornamento e verranno pubblicate al piu' presto.

Suovenir e artigianato

Tra i manufatti dell’artigianato e i souvenir caratteristici della regione Markazi si posso citare i seguenti: tappeti, kilim, jajim, pantofole tradizionali ricamate, oggetti in terracotta e ceramica, calligrafia su vari supporti, diversi specie di fiori ornamentali, e il famoso sapone di Shazand. Il ‘tappeto Saruq’ della zona di Arak è uno dei più celebri tappeti persiani. Anche l’arte calligrafica fa parte della preziosa eredità culturale di questa regione e in merito a tale disciplina il villaggio Vashqan è molto rinomato. Altri prodotti caratteristici della regione Markazi sono il melograno e il melone.

Cucina Locale

Tra i piatti locali di questa regione si possono citare i seguenti: Dogole (un tipo di brodo di carne), Tatali, Kalle Pache, vari tipi di minestra (Ash-e Tarkhine-ye Shir, Ash-e Eshkane-Ev Garma, Ash-e Tarkhine-ye Jo, Ash-e Halim, Ash-e Tarkhine, Ash-e Anar, Ash-e Bibi Seshanbe, Ash-e Khiyar), vari tipi di pietanze con le verdure (Khoresh-e Anar, Khoresh-e Kadu Halvayi, Khoresh-e Pagharak, Khoresh-e Alu Esfenaj), Kalle Gonjeshki, Kufte, ShirBerenj, Patle Polo, Reshte Polo, Tas Kabab-e Beh.