22-Qazvin

Regione qazvin

Contesto geografico

La regione di Qazvin è situata a nord-ovest dell’Iran e dal punto di vista geografico rappresenta un ponte che collega la capitale alle zone settentrionali e occidentali del paese. Nel corso degli ultimi cinquanta anni questa regione è diventata un importante polo di sviluppo della nazione. Il capoluogo della regione è la città di Qazvin e gli altri principali centri abitati sono: Abyek, Buin Zahra e Takestan.

Clima

Il clima della regione di Qazvin è freddo nella parte settentrionale, mentre risulta temperato nelle zone meridionali. Nei territori del nord si riscontra una stagione invernale fredda con forti nevicate e una stagione estiva temperata, invece le pianure del sud hanno inverni relativamente freddi ed estati caldi.

Storia e Cultura

La storia della regione di Qazvin si riallaccia all’epoca dei Medi, ma gli scavi eseguiti nelle pianure di questa zona rivelano che tra le più antiche opere del sito di Tepe Zaghe, vicino al villaggio di Sagaz Abad, sono rinvenuti reperti appartenenti al VII millennio avanti Cristo. Nei tempi antichi, il territorio di Kaspin era già prospero e densamente abitato, tuttavia, durante il periodo dei Sasanidi, questa regione divenne ancora più florida e grazie alla fondazione della città di Shar-e Shapuri, chiamata anche Shad Shapur, assunse caratteristiche proprie. Tali particolarità ambientali hanno fatto in modo che questa regione accogliesse militari e guerrieri, munendosi di castelli, torri, bastioni e fortificazioni. Nell’epoca islamica, vale a dire dall’anno 24 dell’egira lunare in poi, la zona di Qazvin ebbe uno sviluppo rapido e per un breve periodo venne chiamata ‘la porta del paradiso’.
La città di Qazvin era la capitale dell’arte calligrafica dell’Iran e, per il merito dei suoi grandi calligrafi del passato, ancora oggi è considerata come uno dei maggiori poli della calligrafia del paese e perfino del mondo.

Le immagini di questa sezione sono nella fase d'aggiornamento e verranno pubblicate al piu' presto.


Tra le altre località turistiche di questa regione si possono citare le seguenti: la Fonte di acqua calda di Yale Gonbad, la Fonte di acqua calda di Kharaqan, il Ghiacciaio di Angul, le Pendici meridionali del Monte Siyalan, la Valle di Andaj Rud, la Grotta di Soltan Bagh, la Grotta di Aq Baba, la Grotta di Chehel Dokhtar e il Lago di Avan.

Suovenir e artigianato

I principali manufatti dell’artigianato e i souvenir caratteristici di questa regione sono: diversi tipi di scatole con specchi, tessuti ricamati in maniera tradizionale, pantofole tradizionali ricamate a mano, tappeti, kilim, jajim, piatti di ceramica, pitture e calligrafie su vari materiali e il dolce tradizionale Baqlava.

Cucina Locale

Tra i piatti tradizionali della regione di Qazvin si possono indicare i seguenti: Qeyme Nesar, Shirin Polo e Kuku-ye Shirin, Deymaj, Ash-e Dugh, Ash-e Dandan Keshe, Yatimche, Mash Piyaz e Eshkane.